Imago Augusti. Due nuovi ritratti di Augusto da Roma e Isernia

Immagine: 
Imago Augusti
29/06/2023 - 05/05/2024
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali

In esposizione due inedite teste-ritratto dell’imperatore Augusto scoperte recentemente durante le indagini archeologiche condotte a Roma e a Isernia.

Un dialogo ideale e iconografico tra due capolavori marmorei, il ritratto del giovane Ottaviano, che diventa poi Augusto, e quello del primo imperatore di Roma già insignito del titolo onorifico di Augustus, che diventa parte integrante del suo nome, è proposto dalla mostra “Imago Augusti. Due nuovi ritratti di Augusto da Roma e Isernia”.

Il progetto nasce dalla collaborazione scientifica tra la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per il Molise, unite in questo caso dall’eccezionale rinvenimento di due ritratti di Augusto scoperti recentemente a Roma e a Isernia che, per il loro alto valore iconografico e stilistico, possono offrire al pubblico un valido e interessante apporto nell’ambito degli studi sull’immagine e sulla storia della figura sempre attuale dell’imperatore.

Tanti gli elementi in comune tra le due opere, a partire dalla recente e inaspettata scoperta rispettivamente negli anni 2019 e 2021 nel corso di indagini archeologiche nelle aree centrali di Roma, nel Foro di Traiano, e di Isernia, nella zona presunta dell’antico foro, fino al comune riutilizzo, in età medievale, come “puro materiale” edilizio e addirittura di scarto, all’identità del personaggio raffigurato e, non da ultimo, all’elevata qualità artistica dei due esemplari.
Per questi aspetti, la mostra Imago Augusti, dopo la tappa romana al Museo dei Fori Imperiali nei Mercati di Traiano, viene allestita anche a Isernia, dal dicembre 2023, nel Museo Archeologico di Santa Maria delle Monache.

Il percorso espositivo sviluppa le tematiche legate ai due ritratti: la scoperta, i contesti e le modalità di reimpiego delle opere, l’iconografia e il valore politico dei ritratti, la figura dell’imperatore. Tutti questi contenuti sono proposti in modo immersivo, attraverso l’utilizzo di videoproiezioni, che, in parallelo, consentono di entrare nello scavo di via Alessandrina, viaggiare nei paesaggi molisani fino a Isernia e, infine, rivivere l’emozione delle due inattese scoperte.
Il recente scavo di via Alessandrina, nell’area del Foro di Traiano, ha ripreso un progetto più ampio di indagini estensive dei Fori Imperiali condotte negli anni del Giubileo del Duemila.
Nel caso di Isernia, il ritrovamento della testa di Augusto è avvenuto nel corso dei lavori di ripristino di un tratto di cortina delle mura urbiche crollato a causa di un violento temporale nel marzo 2013.

Le peculiari modalità di tali rinvenimenti non forniscono indicazioni certe sul contesto originario dei ritratti e dunque sullo specifico messaggio ideologico e politico di cui essi dovevano essere portatori. È tuttavia innegabile che si tratti di due capolavori unici che si inseriscono a buon diritto nel già ricco panorama delle immagini del princeps, la cui ampia diffusione nell’Urbe e nelle aree periferiche italiche si qualifica storicamente come funzionale alla costruzione di un consenso sempre più ampio nei territori dell’impero.
Nell’approfondimento storico, iconografico e stilistico dei due ritratti, l’analisi dei dettagli fisionomici ne consente l’inquadramento in due momenti diversi: nella raffigurazione di via Alessandrina un giovane Ottaviano esprime il carattere forte e determinato dell’erede di Giulio Cesare; nell’altra si percepisce la dimensione più matura e riflessiva dell’uomo divenuto titolare di un potere illimitato. Il linguaggio figurativo elaborato tra il 40 e il 38 a.C. per il poco più che ventenne Ottaviano si evolve infatti in quello del politico ormai affermato al quale il Senato decise di conferire nel 27 a.C. il titolo onorifico di Augustus, che diventerà parte integrante del suo nome.

Proprio basandosi sulle diverse cronologie dei ritratti e sulla suggestiva conformazione spaziale semiellittica, l’ultimo ambiente del Museo dei Fori Imperiali è stato concepito come un teatro nel quale i visitatori, a orari regolari, possono assistere a un dialogo immaginario tra le due anime di Augusto, e al contrasto tra una personalità giovane e idealista e una più matura e pragmatica, dando voce ad una contrapposizione sempre attuale. Una formulazione espositiva capace di coinvolgere un pubblico diversificato e ampio attraverso l’esperienza innovativa della teatralizzazione, nella quale i reperti diventano oggetti “parlanti” che interagiscono tra loro e con il pubblico.

La mostra, infine, si propone come progetto di valorizzazione culturale accessibile e inclusivo sotto molteplici aspetti.
Grazie al servizio dedicato del Dipartimento Politiche Sociali e Salute - Direzione Servizi alla Persona, affidato alla Cooperativa Sociale Onlus Segni di Integrazione - Lazio, i testi del dialogo teatralizzato e dei pannelli didattici sono stati tradotti in LIS (Lingua dei Segni Italiana), registrati e fruibili gratuitamente attraverso QR code. Allo stesso tempo, per permettere la fruizione e la mobilità in autonomia nelle sale espositive ai non vedenti, sono state realizzate sui modelli 3D le copie in marmo sintetico a grandezza naturale dei due ritratti di Augusto, con didascalie in italiano/inglese e alfabeto Braille e una planimetria col percorso della mostra in italiano e alfabeto Braille. L’offerta didattica è completata da visite guidate (in definizione) accompagnate da operatori specializzati e laboratori integrati.
Inoltre, in programma dopo l’estate anche il nuovo calendario dei “Martedì da Traiano” dedicato ad approfondimenti di tematiche inerenti la mostra e, più in generale, alla figura di Augusto e delle sue immagini.

Informazioni

Luogo
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
Orario

Dal 29 giugno al 26 novembre 2023, PROROGATA AL 5 MAGGIO 2024
Tutti i giorni 9.30-19.30
Ultimo ingresso un'ora prima della chiusura
Giorni di chiusura
1 maggio e 25 dicembre

CONSULTA SEMPRE LA PAGINA AVVISI prima di programmare la tua visita al museo.

Biglietto d'ingresso

L’accesso alla mostra è consentito ai detentori del biglietto d'ingresso secondo la corrente tariffazione comprese mostre
Ingresso gratuito per i possessori della MIC card

Informazioni

Tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00 – 19.00)

Promosso da
Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, e dal Ministero della Cultura, Soprintendenza ABAP Molise

A cura di
Claudio Parisi Presicce, Beatrice Pinna Caboni, Dora Catalano e Maria Diletta Colombo

Organizzazione
Zètema Progetto Cultura

Tipo
Mostra|Archeologia, Mostra|Documentaria

Catalogo

Eventi correlati

Non ci sono attività in corso.
20240422
1014422
Le due teste-ritratto di Augusto
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
22/04/2024
Didattica per tutti
20240321
1014191
il dialogo tra i due ritratti di Augusto
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
21/03/2024
Didattica per tutti
20240118
1013785
il dialogo tra i due ritratti di Augusto
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
18/01/2024
Didattica per tutti
20240101
1013744
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
01/01/2024
Evento
20240105
1013719
I due ritratti di Augusto a Natale
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
05/01/2024
Didattica per tutti
20231024
1013273
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
24/10 - 21/11/2023
Evento|Incontri
20230811
1013255
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
11/08/2023
Didattica per tutti
20230804
1013254
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
04/08/2023
Didattica per tutti
20230713
1013253
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
13/07/2023
Didattica per tutti
20231116
1013220
il dialogo tra i due ritratti di Augusto
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
16/11/2023
Didattica per tutti
20231125
1013059
Musei in Musica 2023
Musei in Comune
25/11/2023
Evento|Manifestazioni
20231006
1012740
il dialogo tra i due ritratti di Augusto
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali
06/10/2023
Didattica per tutti
20230923
1012700
La testa di Augusto rinvenuta negli scavi di via Alessandrina (Roma) e la testa di Augusto rinvenuta in via Occidentale (Isernia)