Mercati di Traiano

menu di accesso facilitato

vai direttamente a:
contenuto. cerca, sezione. lingue, menu. servizi, menu. principale, menu. percorso, menu. piedipagina, menu.

Home > Mostre > LelioSwing 50 anni di storia italiana
07/11/2013 - 02/02/2014

LelioSwing 50 anni di storia italiana

Tipologia: Documentaria

A ritmo di Swing ai Mercati di Traiano di Roma.
Della musica black mi piaceva tutto: ritmo, armonia, ma soprattutto mi piaceva lo swing, a cui mi rifacevo e mi rifaccio ancora adesso, se devo fare qualcosa” (Lelio Luttazzi)

“Lelio? Un portatore sano di smoking” così lo definisce Enrico Vaime. Ma anche musicista, showman, attore, scrittore, personaggio eclettico carico di umanità e di swing. Lelio Luttazzi ha traghettato da un secolo all’altro – con garbo e intelligenza – il suo sentire e fare musica, osservando con profondità di analisi i cambiamenti del mondo.
La mostra “LelioSwing 50 anni di storia italiana”- promossa da  Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica, Sovrintendenza Capitolina e dalla Fondazione Lelio Luttazzi - è l’omaggio a questo indimenticabile Maestro. Un’esposizione che vuole raccontare i momenti fondamentali e le atmosfere che si respiravano in Italia, dal dopoguerra passando per gli anni sessanta fino ai nostri tempi: oggetti d’epoca, dal mobile radio in legno alla televisione, al design spaziale, documenti che segnano il passaggio dal “giazzo” al jazz. E ancora, foto del dopoguerra e della Dolce Vita, immagini ed emozioni che raccontano come un ragazzo triestino, un “giovanotto matto”,  sia riuscito a materializzare il suo sogno.
Un progetto-evento a cui hanno voluto collaborare nomi importanti: Enrico Vaime per la supervisione ai testi e Pupi Avati per quella artistica, Piera Detassis direttore di Ciak per la parte cinematografica del Maestro, Leonardo Scarpa per le scenografie.
Un viaggio della memoria che parte da Trieste, la sua città. Radio Trieste, il jazz, il primo complesso di Lelio “I Gatti Selvatici”,  gli americani, il piano bar all’Hotel de la Ville. Poi Milano, la direzione artistica alla CGD  (Compagnia Generale del Disco) con Teddy Reno e i tanti dischi pieni di swing. E ancora, Torino chiamato dalla sede Rai per dirigere la prima orchestra d’archi ritmica di sua invenzione. E Roma con la radio, il periodo d’oro della tv e del cinema. Infine il ritorno a Trieste, gli ultimi concerti, Sanremo e il memorabile concerto del 15 agosto del 2009, nella sua Piazza dell’Unità. 

Un percorso cronologico ricco scandito da 8 Sale e 7 sezioni.
Trieste (1923-1948), con l’infanzia, l’adolescenza, la scoperta del jazz  e la giovinezza durante l’amministrazione americana. 
La seconda sezione è dedicata a Milano e Torino (1948-1952), quando Lelio si trasferisce a Milano e diventa direttore artistico della Compagnia Generale del Disco fondata da Ferruccio Ricordi (in arte Teddy Reno). Poi c’è Torino dove dirige, nel 1950, l’orchestra stabile della Rai, inventando uno stile musicale nuovo per l’Italia: l’orchestra d’archi ritmica. 
Roma è al centro della terza sezione (1954-1970), la città dove Luttazzi si trasferisce appunto nel 1954. 
Sala Cinema. Le interpretazioni di Luttazzi in film come “L’Avventura” di Antonioni, “L’Ombrellone” di Dino Risi e molti altri. Le tante colonne sonore per i film di Mario Monicelli, Totò, Dino Risi, Luciano Salce,
Sergio Corbucci. 
Roma - Trieste (1970-2010). Il libro “Operazione Montecristo” scritto da Lelio, che diede lo spunto a Nanni Loy per  girare il film “Detenuto in attesa di giudizio” con Alberto Sordi.
Importante e particolarmente curata anche la sezione multimediale della mostra: uno spazio con l’installazione interattiva “Play Lelio Swing”. Suggestiva e coinvolgente l’esperienza per il visitatore che, semplicemente alzando le braccia e simulando nell’aria il gesto di suonare sulla tastiera proiettata sul grande schermo di fronte a lui, attiva il meccanismo che gli permette di scegliere un ambito artistico tra jazz, canzoni e duetti, accompagnando Lelio nel video  che verrà trasmesso.

Sono, inoltre, esposti oggetti, curiosità, reperti, come il pianoforte verticale primi novecento, il microfono radiofonico anni ’40 o il televisore Geloso anni ‘50/’60 restaurato, dischi di Rabagliati, i primissimi dischi preziosi della CGD, o la foto originale di Louis Armstrong che Lelio ha sempre tenuto accanto al pianoforte. Manoscritti, lettere, premi, oggetti personali.
A corredo della mostra, concerti, eventi e convegni, omaggi e ricordi per un uomo la cui vita straordinaria e le opere hanno attraversato più di 50 anni di Storia d’Italia, storia dello spettacolo e del costume.

LelioSwing regalerà al pubblico adulto un album di ricordi dove poter ritrovare una parte della propria vita, grazie al percorso di un uomo e di un artista tanto famoso quanto amato. Per le generazioni più giovani sarà invece un modo per appropriarsi e vivere emozioni di un passato, conosciuto solo grazie ai racconti dei “grandi”, dal quale hanno però attinto musica e look. 

Curatore/i
Silvia Colombini, Cesare Bastelli, Leonardo Scarpa

Informazioni

Luogo
Mercati di Traiano
Orario

Dal 7 novembre 2013 al 2 febbraio 2014
Da martedì a domenica ore 9.00 - 19.00 
24 e 31 dicembre ore 9.00-14.00
La biglietteria chiude un’ora prima
Chiuso il lunedì, il 25 dicembre e 1° gennaio.

Biglietto d'ingresso

Ingresso ordinario, comprensivo delle mostre "LelioSwing 50 anni di storia italiana" (07.11.2013 al 02.02.2014), "Oreste Baldini. Mediterraneum" (23.11.2013-09.02.2014),  "Konstantin. L'editto di Costantino 1700 anni dopo" (29.11.2013-16.02.2014) e "Columna. Arte-Tracciati-Transmedia. Omaggio alla Colonna di Traiano" (7.12.2013-13.02.2014): 
Intero € 9,50
Ridotto: € 7,50
Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza)
Intero: € 8,50
Ridotto: € 6,50
Gratuito per le categorie previste dalla      tariffazione vigente

Il biglietto è acquistabile anche con carta di credito e bancomat

Prenotazioni

Acquisto online: 
www.omniticket.it 

Informazioni

060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00

Altre informazioni

Curatori della Mostra
Silvia Colombini, Cesare Bastelli, Leonardo Scarpa

Sponsor della Mostra
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.
Fondazione Lelio Luttazzi 
Named

Sito web
www.lelioswing.com
Con la collaborazione di

Acea
Banche tesoriere di Roma Capitale: BNL Gruppo BNP Paribas, Unicredit, Banca Monte dei Paschi di Siena
Finmeccanica
Lottomatica
Vodafone

Promossa da
Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e dalla Fondazione Lelio Luttazzi 

Con il contributo tecnico di

Atac
La Repubblica 

Servizi museali
Zètema Progetto Cultura 

torna al menu di accesso facilitato.